Bagno senza piastrelle: microcemento e resina per il rivestimento

Negli ultimi anni sempre più spesso si preferiscono rivestimenti diversi dalle classiche mattonelle.

Che consentono di dare alla stanza da bagno un aspetto più ricercato, originale e creativo.

I materiali più scelti al discapito delle classiche piastrelle sono il microcemento e la resina, il loro più grande vantaggio è che possono essere applicati anche senza togliere le piastrelle preesistenti, un aspetto da non sottovalutare soprattutto in termini economici. 

Oltre a resina e microcemento molto scelte per il rivestimento della stanza da bagno sono le pitture idrorepellenti, ideali perché molto resistenti all’ umidità e lavabili. 

Lasciando da parte le pitture, in questo articolo scopriremo tutto quello che c’è da sapere sui due materiali più innovativi degli ultimi anni per il rivestimento del bagno: la resina e il microcemento.

Bagno senza piastrelle: rivestimento in Microcemento 

Il rivestimento in microcemento è uno di quelli più usati nei bagni moderni. Il materiale alla base di questo rivestimento è appunto il cemento, che viene distribuito su tutta la superficie da rivestire, senza interruzioni o creazioni di fughe, con uno spessore di almeno 3 millimetri. 

Il microcemento può essere usato in ogni zona del bagno, come pavimento, parete e anche interno doccia. I vantaggi di questo tipo di rivestimento sono davvero molteplici: risulta resistente all’umidità, garantisce una grande resistenza alle infiltrazioni d’acqua anche all’interno del box doccia, ed ha una lunga durata nel tempo.

Inoltre, può essere applicato su rivestimenti preesistenti, quindi, può essere tranquillamente usato per rinnovare il bagno senza togliere le piastrelle. 

In tempi ridotti, in modo facile e con non troppi interventi di muratura il microcemento ti permette di avere un bagno moderno e di design. 

Idee per rivestire il bagno con il microcemento sono davvero tante, si può scegliere di rivestire con questo materiale solo zone specifiche della stanza come il pavimento e il box doccia. Oppure si può dare vita ad accostamenti originali, ad esempio, scegliendo di rivestire il bagno con un mix di piastrelle e microcemento, creando uno stile unico.

Il costo del rivestimento in microcemento va dai 50 ai 100 euro al metro quadrato ai quali va poi aggiunto il prezzo della manodopera, un investimento che sicuramente durerà nel tempo.

Bagno senza piastrelle: rivestimento in resina

La resina è l’altro materiale molto richiesto per rivestire sia le pareti che il pavimento del bagno in modo originale e innovativo. Sei stai ristrutturando tutta la casa sai bene che la resina è un materiale molto gettonato, anche per il rivestimento degli altri ambienti. Un materiale molto apprezzato non solo per la sua resa estetica ma anche per la sua durata nel tempo.

Prima di arrivare all’ interno delle nostre case la resina era un materiale prevalentemente usato per pavimentazioni industriali, quindi, per i rivestimenti di ospedali, centri sportivi, industrie e centri commerciali dove era scelta soprattutto per la sua grande resistenza. La resina, come il microcemento, è molto resistente all’ umidità e appare altamente impermeabile, cosa che la rende perfetta come rivestimento bagno. Anche la resina non presenta fughe e per questo garantisce una lunga durata nel tempo, una forte resistenza all’ usura e un alto livello di igiene. 

La resina si presta molto bene anche abbinata con altri materiali, ad esempio, per un impatto estetico innovativo e unico puoi abbinarla con un pavimento in legno e il parquet, per saperne di più sui rivestimenti in legno per i bagni clicca qui.

Sul mercato si trovano 3 differenti tipi di resina:

1. La resina epossidica molto versatile può essere applicata senza alcun problema su pavimenti e pareti. 

2. La resina cementizia, questo tipo di resina è ottimo per il rivestimento del pavimento perché risulta molto resistente agli urti e all’ umidità. 

3. La resina acrilica, in commercio si trova in forma liquida e per questo si applica molto più velocemente delle altre tipologie. Ha un’elevata resistenza al calore e altri fattori climatici, per questo è un ottimo rivestimento per le superfici esterne o in prossimità di fonti di calore, come il piano cottura.

In bagno la resina è un materiale molto usato non solo per i rivestimenti ma anche per i sanitari, quindi, puoi scegliere la resina come materiale per il tuo piatto doccia o per il lavabo.


Scelti per te


Commenti

Lascia il tuo commento