Acqua depurata: a cosa serve.

Una cosa che non può mai mancare in casa è l’acqua da bere: è un bene indispensabile di cui ogni essere umano ha bisogno, infatti si consiglia di berne anche due litri al giorno. Inoltre, con l’arrivo del caldo il nostro corpo avrà ancora più bisogno di essere idratato poiché, sudando a causa delle alte temperature, vi è maggiore necessità di bere acqua.

Acquistare le casse d’acqua minerale al supermercato è faticoso, in quanto trasportare l’acqua dal negozio fino a casa richiede un enorme sforzo fisico; inoltre, consumare tante bottiglie d’acqua è molto dannoso per l’ambiente.

La scelta migliore da fare, sia da un punto di vista economico che ecologico, è: l’acqua depurata.

 

A cosa serve l’acqua depurata?

L’acqua depurata può tranquillamente sostituire l’acqua minerale in bottiglia di plastica; quindi, è un’acqua destinata al consumo umano.

La maggior parte delle persone che acquistano l’acqua nelle bottiglie di plastica la utilizzano solo per bere, mentre per cucinare la pasta o preparare il caffè utilizzano l’acqua che scorre dal rubinetto pensando che il calore possa migliorarne le proprietà, ma non è così.

Quindi, la scelta migliore sarebbe installare in casa un depuratore che permette di avere acqua depurata tutti i giorni ed a tutte le ore del giorno, così da poterla utilizzare non solo per soddisfare i fabbisogni alimentari ma anche per cucinare.

 

Come poter avere l’acqua depurata a casa?

Per poter usufruire dell’acqua depurata bisogna installare un depuratore sotto il lavello della cucina e per erogarla serve un rubinetto a 3 vie.

Il rubinetto a 3 vie può sostituire il normale rubinetto poiché è in grado di erogare acqua fredda, calda e depurata; così, non sarà necessario fare ulteriori fori per installare un rubinetto in grado di erogare solo l’acqua depurata. Questo tipo di rubinetto permette di scegliere il tipo di acqua desiderata in base alle esigenze del momento.

 

Come si ottiene l’acqua depurata?

L’acqua depurata si può ottenere sia con l’osmosi inversa che con la microfiltrazione.

Il processo di filtrazione con l’osmosi inversa utilizza una membrana, che da una parte trattiene le particelle solide e dall’altra permette di ottenere un’acqua depurata.

Grazie al processo di osmosi inversa vengono eliminate dall’acqua:

-         Arsenico

-         Fitofarmaci

-         Metalli pesanti

-         Cloro e floruri

-         Microorganismi patogeni e non

-         Sostanza inquinanti

Il processo di microfiltrazione avviene utilizzando due filtri: un filtro trattiene cloro e sottoprodotti clorurati, l’altro trattiene i sedimenti grossolani; in questo modo si ottengono una serie di benefici:

-         Si riduce la carica microbiotica

-         Si rimuovono tutte le impurità

-         Diminuisce la presenza di nitrati

L’acqua che si ottiene con la microfiltrazione è priva di cloro, ma dotata di calcio, potassio e magnesio.

 

Avere l’acqua depurata in casa è estremamente comodo e permette di ridurre l’inquinamento causato dai materiali plastici, quindi è vantaggiosa sia per il singolo cittadino che per la società.

 

Tu hai già un sistema che ti permette di depurare l’acqua in casa? Se la risposta è sì, quali vantaggi ne stai traendo?

Commenti

Lascia il tuo commento