Arredare il bagno con mosaico: come applicare e scegliere il modello giusto

Istallare un mosaico nel bagno della propria casa significa scegliere di aggiungere un elemento d’arredo che permette di definire e personalizzare lo stile e l’atmosfera dell’intero ambiente.

Mettere un mosaico garantisce un tocco di eleganza e ricercatezza, l’applicazione di piccole piastrelle anziché le tradizionali mattonelle dà a tutto l’ambiente un look diverso che attira subito l’attenzione su quel dettaglio facendo apparire l’arredo ricercato e pensato. Questo tipo di decoro è un’arte antica che si tramanda da generazioni usata per rivestire la superficie di una stanza che si preferisce come il pavimento o le pareti; pur non essendo un’innovazione del moderno design le tecniche e il modo d’ applicazione si sono evoluti negli anni, ma ad essersi rinnovato non è solo il come disporre un mosaico ma anche i materiali che lo compongono.

I tipi di mosaici

Prima di mettersi all’opera per applicare un mosaico bisogna, quindi, chiedersi e ragionare su che tipo di materiale fa al caso nostro, e questo va scelto in base anche al tipo di sanitari scelti, al tipo di cabina doccia o vasca presente nel nostro bagno o tenendo conto del il budget a disposizione. Le ultime mode metto a disposizione del consumatore una vasta gamma di modelli tra i quali scegliere che variano non solo per dimensioni e fantasie ma anche per materiali. Potendo scegliere tra un mosaico composto da materiali più classici o da materiali più innovativi spesso pensati proprio per rendere più funzionale e resistente questo tipo di rivestimento rispetto al passato.

Vediamo insieme quali sono i tipi di mosaici che si trovano in commercio:

  • Mosaici in vetro, un materiale molto versatile di cui sono molte le varianti di colore tra le quali poter scegliere. Per la loro trasparenza durante la posa è meglio scegliere stucchi e incollanti di colore bianco (o trasparenti) perché in genere questo è un materiale assorbente che potrebbe macchiarsi facilmente usando materiali non idonei. 
  • Mosaici in pietra e in marmo sono la scelta più adatta negli ambienti dallo stile rustico dove l’arredamento è più minimal, sono un rivestimento resistente fatto per durare nel tempo.
  • Mosaici in grès porcellanato, è un materiale di tendenza in questi ultimi anni usato per tutte le superfici. Scegliere un mosaico in questo materiale significa optare per una soluzione altamente resistente e di moda.
  • Mosaici classico in ceramica, un materiale sempre attuale anche se non è l’ultima tendenza. 
  • Mosaici in legno è un rivestimento molto delicato e prima di vedere come montare questo tipo di mosaici è bene informarsi sulla manutenzione che richiede. È da tenere comunque in considerazione che per la sua applicazione è bene scegliere un incollante specifico o delicato perché anche in questo caso ci troviamo a maneggiare un materiale molto assorbe e potrebbe macchiarsi facilmente. Inoltre, per la sua pulizia vanno scelti detergenti non aggressivi specifici per questo tipo di superficie.
  • Mosaico in metallo è la scelta giusta per un ambiente e un arredo molto moderno e di grande impatto visivo.

Come fare applicare un mosaico

Una volta analizzati i vari materiali e optato per quello che fa al caso nostro è il momento di piastrellare una zona a scelta del bagno con il mosaico scelto. Per garantire una posa ottimale del rivestimento è bene seguire dei passaggi precisi e munirsi di tutti gli attrezzi utili. Vediamo nello specifico come fare.

Attrezzi:

  • Livella
  • Colla da pavimenti o rivestimenti
  • Frusta con trapano per mescolare la colla
  • Cazzuola tipo americana
  • Cazzuola normale
  • Cemento o stucco bianco per rifinire e chiudere le fughe

Una volta procurati tutti gli utensili da usare in corso d’opera procediamo con l’istallazione seguendo delle fasi precise. Per prima cosa preparare il sottofondo: la base dove poggiare il rivestimento deve essere pulita eliminando ogni elemento metallico e fessure. Dopodiché va verificato lo spazio che deve corrispondere a un numero esatto di tessere. Prima di dare inizio alla vera istallazione è bene tracciare delle linee e punti di riferimento con l’aiuto di una livella.

Dopo aver preso le misure ed essere sicuri di dove dover posizionare il mosaico va steso il collante, che va preparato seguendo alla lettera le indicazioni della scheda perché la preparazione può variare da prodotto a prodotto, una volta pronto applicare la colla in modo uniforme con l’aiuto di una spatola. A questo punto si è pronti al passo finale: prendere il foglio su cui è posto il decoro e appoggiare sulla colla il lato con la rete, insomma la parte di dietro del mosaico, direttamente sullo strato di colla. Una volta completata l’istallazione aspettare che il tutto si asciughi, quando tutta la superficie è asciutta applicare lo stucco con movimenti diagonali (dal basso verso l’altro) per riempire le fughe in modo che tutto sembri uniforme.

 

 

Mettere un mosaico garantisce un tocco di eleganza e ricercatezza, l’applicazione di piccole piastrelle anziché le tradizionali mattonelle dà a tutto l’ambiente un look diverso che attira subito l’attenzione su quel dettaglio facendo apparire l’arredo ricercato e pensato. Questo tipo di decoro è un’arte antica che si tramanda da generazioni usata per rivestire la superficie di una stanza che si preferisce come il pavimento o le pareti; pur non essendo un’innovazione del moderno design le tecniche e il modo d’ applicazione si sono evoluti negli anni, ma ad essersi rinnovato non è solo il come disporre un mosaico ma anche i materiali che lo compongono.

I tipi di mosaici

Prima di mettersi all’opera per applicare un mosaico bisogna, quindi, chiedersi e ragionare su che tipo di materiale fa al caso nostro, e questo va scelto in base anche al tipo di sanitari scelti, al tipo di cabina doccia o vasca presente nel nostro bagno o tenendo conto del il budget a disposizione. Le ultime mode metto a disposizione del consumatore una vasta gamma di modelli tra i quali scegliere che variano non solo per dimensioni e fantasie ma anche per materiali. Potendo scegliere tra un mosaico composto da materiali più classici o da materiali più innovativi spesso pensati proprio per rendere più funzionale e resistente questo tipo di rivestimento rispetto al passato.

Vediamo insieme quali sono i tipi di mosaici che si trovano in commercio:

  • Mosaici in vetro, un materiale molto versatile di cui sono molte le varianti di colore tra le quali poter scegliere. Per la loro trasparenza durante la posa è meglio scegliere stucchi e incollanti di colore bianco (o trasparenti) perché in genere questo è un materiale assorbente che potrebbe macchiarsi facilmente usando materiali non idonei. 
  • Mosaici in pietra e in marmo sono la scelta più adatta negli ambienti dallo stile rustico dove l’arredamento è più minimal, sono un rivestimento resistente fatto per durare nel tempo.
  • Mosaici in grès porcellanato, è un materiale di tendenza in questi ultimi anni usato per tutte le superfici. Scegliere un mosaico in questo materiale significa optare per una soluzione altamente resistente e di moda.
  • Mosaici classico in ceramica, un materiale sempre attuale anche se non è l’ultima tendenza. 
  • Mosaici in legno è un rivestimento molto delicato e prima di vedere come montare questo tipo di mosaici è bene informarsi sulla manutenzione che richiede. È da tenere comunque in considerazione che per la sua applicazione è bene scegliere un incollante specifico o delicato perché anche in questo caso ci troviamo a maneggiare un materiale molto assorbe e potrebbe macchiarsi facilmente. Inoltre, per la sua pulizia vanno scelti detergenti non aggressivi specifici per questo tipo di superficie.
  • Mosaico in metallo è la scelta giusta per un ambiente e un arredo molto moderno e di grande impatto visivo.

Come fare applicare un mosaico

Una volta analizzati i vari materiali e optato per quello che fa al caso nostro è il momento di piastrellare una zona a scelta del bagno con il mosaico scelto. Per garantire una posa ottimale del rivestimento è bene seguire dei passaggi precisi e munirsi di tutti gli attrezzi utili. Vediamo nello specifico come fare.

Attrezzi:

  • Livella
  • Colla da pavimenti o rivestimenti
  • Frusta con trapano per mescolare la colla
  • Cazzuola tipo americana
  • Cazzuola normale
  • Cemento o stucco bianco per rifinire e chiudere le fughe

Una volta procurati tutti gli utensili da usare in corso d’opera procediamo con l’istallazione seguendo delle fasi precise. Per prima cosa preparare il sottofondo: la base dove poggiare il rivestimento deve essere pulita eliminando ogni elemento metallico e fessure. Dopodiché va verificato lo spazio che deve corrispondere a un numero esatto di tessere. Prima di dare inizio alla vera istallazione è bene tracciare delle linee e punti di riferimento con l’aiuto di una livella.

Dopo aver preso le misure ed essere sicuri di dove dover posizionare il mosaico va steso il collante, che va preparato seguendo alla lettera le indicazioni della scheda perché la preparazione può variare da prodotto a prodotto, una volta pronto applicare la colla in modo uniforme con l’aiuto di una spatola. A questo punto si è pronti al passo finale: prendere il foglio su cui è posto il decoro e appoggiare sulla colla il lato con la rete, insomma la parte di dietro del mosaico, direttamente sullo strato di colla. Una volta completata l’istallazione aspettare che il tutto si asciughi, quando tutta la superficie è asciutta applicare lo stucco con movimenti diagonali (dal basso verso l’altro) per riempire le fughe in modo che tutto sembri uniforme.

 

 


Scelti per te

1,223.10€ 1,972.74€ -38%

1,604.32€ 2,587.62€ -38%

1,475.00€ 2,418.04€ -39%


Commenti

Lascia il tuo commento