Bagno cieco, soluzioni per migliorare l'ambiente

Nelle case moderne è sempre più frequente imbattersi in bagni ciechi, ovvero senza finestre.

Soprattutto in monolocali o in mansarde sono un'ottima soluzione per sfruttare tutto lo spazio a disposizione e non lasciare inutilizzato nessun angolo della casa. Ma anche in appartamenti più grandi è sempre più frequente imbattersi in bagni ciechi, in quanto sono la scelta migliore per poter avere, in poco spazio, la grandissima comodità di un secondo bagno. Secondo la normativa edilizia, le dimensioni minime per un bagno cieco seguono il regolamento edilizio comunale per questo in alcuni casi ci possiamo imbattere in bagni davvero piccoli.

In bagni ciechi, inoltre, a causa della mancata apertura verso l'esterno si possono presentare problemi legati all'umidità, all'aerazione e all’ illuminazione. È quindi importante quando si progetta un bagno senza finestre tener conto di queste cose e attuare le giuste soluzioni.Ecco i nostri consigli e segreti per migliorare l’ambiente di un bagno senza finestre.

1. L’illuminazione 

In bagni ciechi è assolutamente da evitare il vecchio modo di intendere l’illuminazione: ovvero una sola fonte di luce posta al centro della stanza. In un bagno cieco l’illuminazione deve essere la grande protagonista, la cosa migliore è disporre varie fonti di luce che catturano l’attenzione in zone diverse della stanza, indispensabile è puoi creare una fonte di luce vicino ai sanitari, sopratutto sopra il lavabo. Si possono utilizzare piccoli faretti che vanno ad illuminare elementi dell’arredo, come una piccola composizione di mattoni su una parete, oppure si possono posizionare faretti nei quattro angoli del bagno in modo che tutte le zone del bagno abbiano la propria fonte di illuminazione. Un’alternativa ai faretti possono essere le classiche applique che in questo caso non vanno applicate al soffitto ma alla parete. Le applique sono una soluzione d’arredo che potrebbe regalare all’ ambiente un’atmosfera chic e particolare nel caso si scelgano applique di design.

Inoltre un segreto è: abbondare con gli specchi. Gli specchi, infatti, riflettono la luce e aiutano a rendere più luminosa tutta la stanza. Ovviamente, per arredare un bagno cieco si sconsiglia un arredamento dai colori scuri ma è meglio optare per colori chiari, come il bianco.

2. Aerazione e umidità 

In un bagno senza finestra indispensabile è l’installazione di un buon impianto di ventilazione per garantire il ricambio e la circolazione d’ aria. Un aspiratore per bagno è quindi fondamentale per tenere sotto controllo sia i cattivi odori sia l’umidità e la formazione di muffa. Negli anni gli impianti di ventilazioni si sono molto evoluti e si possono scegliere aspiratori con ventole silenziose oppure si può scegliere tra un impianto di ventilazione naturale o meccanica. 

La ventilazione naturale è un metodo semplice e che sfrutta il movimento di convezione dell’aria: basta installare due griglie di aerazione una bassa per l’entrata dell’aria fresca e l’altra alta per l’uscita dell’aria calda. 

Un impianto meccanismo si aziona invece tramite un interruttore. Premendo l'interruttore si dà via al ricambio d’aria: estrae aria viziata e immette aria pulita.  

Arredare un bagno cieco

Spesso un bagno cieco è anche un bagno piccolo, per cui valgono le stesse regole e consigli per utili per arredare un bagno piccolo, ovvero prediligere colori chiari, scegliere sanitari piccoli quindi wc e bidet sospeso, dare molta importanza all’illuminazione e scegliere solo gli accessori davvero indispensabili senza riempire la stanza di cose poco utili. Inoltre, per combattere muffa e batteri e consigliato l’utilizzo di idropittura che è molto più resistente all’ umidità rispetto alle pitture normali. 

 


Scelti per te

114.00€ 178.12€ -36%

284.38€ 451.40€ -37%

92.92€ 136.64€ -32%


Commenti

Lascia il tuo commento