Come e perché trasformare la vasca in doccia

Il bagno è una stanza che ha acquistato sempre più importanza, è il locale della casa maggiormente sottoposto a ristrutturazioni. 

Il bagno può aggiungere o levare valore ad una casa, capita che visitando un appartamento ci sembri perfetto ma al momento dell’osservazione del bagno anche la casa più carina può perdere il suo fascino se quest’ultimo ci appare trascurato e poco funzionale. È diventata una vera regola: il bagno non deve mancare di comfort e stile altrimenti ad essere penalizzato è l’intero immobile.

Se nei decenni precedenti nel bagno della propria casa si preferiva l’istallazione della vasca a quella della doccia, oggi la tendenza è cambiata in nome della praticità. Sempre più richiesta è la sostituzione della vasca con un box doccia: è questo il nuovo trend, conseguenziale ad una società sempre più di corsa, in cerca della comodità e della praticità.

È vero ci sono poche cose rilassanti come un bel bagno caldo ma sono sempre meno i momenti in cui potersi concedere questa coccola, così che per esigenze della vita quotidiana la vasca viene usata sempre più come una doccia fino alla decisione più pratica di sostituirla definitivamente. Ovvio che la scelta può non essere fatta nel caso si goda di un ampio spazio, in questo caso, si possono tenere entrambe le soluzioni. Una selezione diventa necessaria in bagni di piccole dimensioni, ed in questi casi sono sempre di più coloro che senza dubbi preferisco un box doccia.

Nei bagni costruiti venti o trenta anni fa in cui è presente la tradizionale vasca l’unica soluzione è quindi quella di togliere la vasca e mettere la doccia. In alcuni casi però si preferisce non procedere con una sostituzione completa, che comporta lavori di una certa entità, e si procede con il trasformare la vasca in doccia senza grosse spese. Vediamo, quindi, come e quando è giusto portare avanti questi tipi di investimento.

I motivi per sostituire una vasca

Al di là di una questione estetica ci sono altre ragioni per preferire una doccia alla vasca, tra le quali:

  •         Occupa meno spazio
  •         C’è consumo minore
  •         Maggiore sicura nel caso di anziani e disabili

 

Insomma sono tutte ragioni chiare: una doccia occupa meno spazio di una vasca e questo può consentire una maggiore possibilità di movimento nella stanza o la possibilità di aggiungervi dell’arredamento. In più eliminando l’ostacolo d’entrata e d’uscita nella vasca da bagno si va ad eliminare una barriera architettonica importante, con l’istallazione di un più agevole piatto doccia privo di scalino troppo alto il bagno diventa stanza confortevole anche per persone portatrici di handicap. Inoltre, se si usa la doccia per un’igiene veloce e funzionale questo permetterà un consumo sicuramente minore di acqua.

 Le fasi:

Certo, sostituire la vasca con la doccia è una ristrutturazione a tutti gli effetti e ha bisogno di essere eseguita seguendo delle fasi precise per essere compiuta nel migliore dei modi, l’ordine dovrebbe essere questo:

  • Sopralluogo
  • Rimozione della vasca da bagno
  • Verifica del passaggio degli scarichi
  • Rivestimento delle pareti rimaste scoperte
  • Installazione del box doccia e di tutte le sue componenti
  • Rimozione degli scarti di lavorazione

La trasformazione

Sebbene la sostituzione avviene in tempi rapidi e in modo semplice non sempre togliere la vasca a favore del box doccia è una ristrutturazione da poter affrontare, e allora come fare? In questo caso si può portare avanti una semplice trasformazione della vasca, lasciando da parte o per un secondo momento la vera e propria sostituzione. La trasformazione può essere effettuata aggiungendo sulla vasca dei pannelli in modo da poterla chiudere proprio come una doccia, un’operazione dal costo estremamente ridotto ma che potrebbe regalare al tuo bagno un tocco di praticità e funzionalità.


Scelti per te

563.64€ 805.20€ -30%

611.81€ 971.12€ -37%


Commenti

Lascia il tuo commento