Come smontare e pulire il soffione doccia

Può capitare di notare che dal soffione doccia l’acqua esce in modo sempre minore, con meno potenza. L’abbassamento di pressione dell’acqua dalla doccia molto spesso dipende da un accumulo di calcare, nemico numero uno di tutti i nostri rubinetti.

Può capitare di notare che dal soffione doccia l’acqua esce in modo sempre minore, con meno potenza. L’abbassamento di pressione dell’acqua dalla doccia molto spesso dipende da un accumulo di calcare, nemico numero uno di tutti i nostri rubinetti.

Il soffione doccia è facile preda per l’accumulo di calcare, infatti, essendo traforato da piccoli buchetti per permettere l’uscita dell’acqua è facile che in questi si vengano ad annidare tutte le impurità e residui contenuti nell’acqua fino a dare vita all’occlusione completa dei forellini con conseguente sbarramento al passaggio dell’acqua, e quindi poi a presentare una pressione bassa dell’acqua.

Oggi esistono diversi tipi di soffioni doccia, a led con effetti luminosi o con la possibilità di gestire la fuoruscita d’acqua riuscendo in questo modo a creare spruzzi massaggianti. Sono diventati un vero pezzo di design funzionale, inoltre, i soffioni possono essere direttamente fissati alla parete (a muro) o con filo mobile regolabile.

Ma come pulire i nostri soffioni doccia quando questi diventano preda del calcare?

Smontare il soffione doccia

Smontare un soffione doccia è un’operazione molto facile, in genere per compiere questo passaggio è sufficiente svitare il soffione dal tubo che lo precede. Nel caso di modelli dal design particolare fate riferimento alle indicazioni contenute nel manuale di istruzioni.

Pulire il soffione doccia

Una volta smontato è l’ora di pulire e liberarlo dal calcare. In una bacinella versare in parti uguali dell’acqua calda (l’acqua non deve essere molto calda per evitare di danneggiare le guarnizioni) e dell’aceto bianco, aggiungere poi una dose di bicarbonato che scatenerà una reazione chimica a questo punto immergere in questa soluzione in nostro soffione. Tenerlo in immersione almeno un’ora, tempo ideale sarebbe un’intera notte per essere sicuri di eliminare ogni presenza di calcare. Nel caso in cui non amate l’odore forte dell’aceto è possibile sostituirlo con il succo di limone, ma non avrete la stessa efficacia contro il calcare. Una volta passato il tempo di immersione sciacquare in modo accurato il soffione sotto l’acqua corrente, così da eliminare ogni particella di calcare e bicarbonato. Nel caso di una massiccia presenza di calcare per pulire al meglio il soffione, dopo averlo tenuto in ammollo, è consigliato agire anche con un vecchio spazzolino o un panno per eliminare ogni residuo di calcare. Per terminare il lavoro al meglio è consigliato anche munirsi di spillo e rimuovere dai fori del soffione eventuali residui di calcare.

A questo punto si può procedere con il rimontate il soffione nello stesso modo in cui avete proceduto per smontarlo, facendo attenzione alle guarnizioni. Prima di utilizzarlo fate scorrere un po’ di acqua, per eliminare gli ultimi eventuali residui di sporco o di aceto.


Scelti per te


Commenti

Lascia il tuo commento