Problemi al lavandino? Soluzioni pratiche ed efficaci

I lavandini sono usati quotidianamente in tutte le case anche per più volte ed è quindi importante curarne la longevità.

I lavandini di casa possono purtroppo andare incontro a diversi problemi sia per quanto riguarda la superficie in ceramica che per le tubature. Acqua molto calcarea, accumuli di peli e capelli, saponi aggressivi e altro possono far riscontrare danni ai lavandini sia del bagno che della cucina per questo è importante adottare alcuni accorgimenti che permettono di poter prevenire problemi in futuro, molti di questi accorgimenti possono essere realizzati grazie a prodotti che si trovano in molte case nella dispensa in cucina, in modo da evitare di acquistare inutili prodotti.

Come sturare il lavandino

Per sturare un lavandino ci sono molti rimedi green utili sia in caso di ingorghi e sia in caso di interventi preventivi per la cura dello scarico per agire in modo naturale.

  •         Come sturare il lavandino della cucina? Se dallo scarico del lavello provengono cattivi odori è il caso di fare una bella pulizia allo stesso. Munitevi allora di una pentola bella grande di acqua bollente, di aceto e bicarbonato (una tazza di ognuno) e versatelo nello scarico, fate agire per un’ora e ripetete l’operazione e dite addio ai cattivi odori. Per prevenire la caduta del cibo negli scarichi aumentando il rischio di ingorghi esistono in commercio tantissime soluzioni che permettono di evitare l’entrata di materiali solidi nel lavello senza interferire con lo scorrimento e la discesa dell’acqua per lo scarico.
  •         Come sturare il lavandino del bagno?  Capelli e peli sono i nemici numero uno del lavabo del bagno, oltre alla soluzione precedente dovrete munirvi di una molla sturalavandino o anche di filo di ferro per poter rimuovere in profondità gli accumuli di sporco. Potete anche versare della coca cola nello scarico, il suo forte potere corrosivo, libererà lo scarico in una notte. E dire addio ai classici prodotti chimici che sono anche pericolosi se inalati.

Evitate sempre di usare prodotti come soda caustica e acido muriatico, sono altamente pericolosi per le vie respiratorie ma anche per la cute.

Come pulire il lavandino

I lavandini in acciaio devono essere puliti delicatamente per non rischiare abrasioni sul piano, se si presentano macchie di ruggine o incrostazioni con macchie particolari si può usare il succo di un limone con bicarbonato di sodio per cinque minuti. Per i lavandini in ceramica invece la procedura è davvero semplice bicarbonato ed aceto sono gli alleati perfetti per la pulizia se usati sempre con un panno morbido.

Le soluzioni per mantenere il lavandino in perfetto ordine sono tantissime, naturali e senza spendere soldi in inutili prodotti chimici.

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Scelti per te


Commenti

Lascia il tuo commento