Come avere cura del miscelatore? Consigli utili

Come si cambia la cartuccia del miscelatore? Come si pulisce? Dubbi su come mantenere a lungo in vita il prodotto, risolvili con noi!

Il miscelatore è un prodotto nato dalla naturale evoluzione che hanno subito i vecchi rubinetti, dalle manopole per l’acqua calda e fredda siamo passati alla leva per la gestione della temperatura dell’acqua.

È importante che i miscelatori sia del bagno che della cucina siano sottoposti ad una cura costante per prolungare la durata del prodotto nel tempo.

Sostituire la cartuccia interna del miscelatore

Cambiare la cartuccia del miscelatore è un’operazione davvero molto semplice ma che va fatta con attenzione. Acqua troppo calcarea e usura nel tempo possono portare alla rottura della cartuccia, di cui ce ne sono due modelli in ceramica che di solito è più resistente oppure in plastica. Per sostituirla bisogna conoscere la marca ed il modello specifico del miscelatore, oppure semplicemente portare la vecchia in un negozio specializzato per farsi consigliare nella sostituzione. Per sostituire la cartuccia bisogna prima chiudere l’accesso al acqua al rubinetto, togliere la leva o manopola per l’apertura dell’acqua, questo lo potrete fare aiutandovi con una chiave a brugola, una volta rimossa la leva usando una chiave inglese dovrete togliere la ghiera a protezione della cartuccia, rimossa la ghiera potete passare alla sostituzione vera e propria del pezzo, ed in seguito rimettere tutti i pezzi uno ad uno al loro posto facendo il procedimento inverso a quello appena fatto.

Manutenzione del miscelatore

Che sia per la doccia o la vasca da bagno oppure per bidet o per la cucina, il miscelatore ha bisogno di cura, non moltissima ma comunque una manutenzione periodica può garantire un funzionamento più longevo del prodotto, soprattutto il filtro che di solito accumula residui di pietre calcaree che possono ostruire ed impedire il normale passaggio dell’acqua. Pulire il filtro è davvero semplice poiché la gran parte dei miscelatori in commercio prevede lo smontaggio del filtro semplicemente svitandolo senza usare attrezzi da lavoro particolari per poterlo poi montare avvitandolo sotto il rubinetto.

Pulire il miscelatore

Il miscelatore come tutta la rubinetteria non deve essere trattato con prodotti aggressivi ed abrasivi che potrebbero eliminare la lucentezza del prodotto e creare antiestetici graffi sulla superficie. Potete pulire tutto con un panno umido e dell’aceto misto ad acqua in modo da evitare il calcare.

Il Miscelatore termostatico, come funziona?

Indispensabile per la doccia, permette di mantenere la temperatura della doccia costante mentre si fa la doccia permettendo di risparmiare sul consumo di acqua. La loro intelligenza sta nell’impostare una temperatura massima d’uscita che permette di non scottarsi durante l’erogazione. Sono disponibili modelli di miscelatori termostatici anche ad incasso nel muro per chi ama un design più minimal e meno invasivo.

Il miscelatore come si può vedere è quindi una parte fondamentale in ogni casa permettendo un consumo più agevole dell’acqua calda o tiepida, mantenerlo in ottimo stato è un’operazione che come si può vedere permetterà di risparmiare sulla bolletta dell’acqua e del gas.

Commenti

Lascia il tuo commento