Come sturare il lavandino: 5 rimedi infallibili

Che si tratti del lavabo della cucina, del bagno o dello scarico della doccia capita a tutti di trovarsi a fare i conti con l’incombenza di dover sturare un lavandino. 

Che si tratti del lavabo della cucina, del bagno o dello scarico della doccia capita a tutti di trovarsi a fare i conti con l’incombenza di dover sturare un lavandino. Durante l’uso quotidiano degli scarichi dei sanitari capita che si vengano a creare ingorghi dovuti all’accumulo di capelli, residui di calcare o di tutti i saponi e prodotti chimici usati, è una cosa che capita molto spesso.

Niente panico, la soluzione non è così lontana come si potrebbe pensare. Non sempre c’è bisogno dell’aiuto di un idraulico, spesso basta soltanto con po’ di pazienza e qualche accorgimento giusto per risolvere in poco tempo la situazione.

Come sturare il lavandino con lo sturalavandino

1. La prima soluzione per sturare il lavandino è usare lo sturalavandino. Per usare al meglio questo strumento vanno seguiti questi passaggi: Posizionato lo sturalavandino sull’estremità della tubatura, riempire il lavandino (precedentemente chiuso con il suo tappo) con abbastanza acqua da coprire interamente la parte in gomma dello sturalavandino, rimuovere il tappo di scarico, a questo punto lo sturalavandini va spinto verso il basso in modo da creare un sottovuoto, premendo in modo vigoroso fino a quando la parte di gomma non si sollevi da sola, ripetere più volte il movimento velocemente. Ripetere l’operazione fino a quando il lavandino non risulterà sturato. 

Se questo non è il metodo che fa al caso vostro e state cercando soluzioni alternative all’uso di strumenti ma ugualmente efficaci potreste far ricorso alla soda caustica.

2. Acquistate la soda caustica in scaglie, preparate un composto con acqua bollente, aceto e soda (aggiungere un cucchiaio di soda per ogni litro degli altri 2 composti). La composizione sarà più che efficace per sturare il lavandino ma maneggiata la soda con attenzione e secondo le istruzioni.  

In alternativa ci sono altri metodi più naturali ai quali potersi affidare.

Come sturare un lavandino in modo naturale

3.  Bicarbonato e aceto, è uno dei metodi naturali che possono essere molto utili in questo caso. La potenza del bicarbonato è ormai riconosciuta in varie soluzioni ‘fai da te ’, ma quando vieni abbiano all’aceto i due composti creano una reazione chimica che può essere davvero un portento nel liberare le tubature del tuo lavandino. Basta versare un bicchiere di bicarbonato seguito da almeno mezzo litro di aceto nello scarico facendo seguire il tutto da un litro di acqua calda.

4. Il Bicarbonato può essere il nostro alleato contro l’otturazione dei lavandini anche abbinato al sale. Si tratta sicuramente di uno dei rimedi più semplici da mettere in atto: versate nello scarico 4 cucchiai di sale grosso da cucina e 4 cucchiai di bicarbonato seguiti da una grande quantità di acqua bollente.

5. Altro rimedio casalingo di facile attivazione è sturare il lavandino con la coca cola. In questo caso servono: 2 bicchieri di coca cola, 1 tazza di sale grosso, 1 tazza di bicarbonato, 1 bottiglia. Versare nella bottiglia il sale, poi il bicarbonato e la coca cola dopo di che chiudere la bottiglia con il suo tappo e agitare. In fine versare il liquido nel lavandino da sturare, si attuerà una reazione chimica che sturerà il lavandino.


Scelti per te

138.19€ 294.02€ -53%

211.60€ 330.62€ -36%

80.52€ 134.20€ -40%


Commenti

Lascia il tuo commento